Motori Green è tutto ciò che c'è da sapere sul mondo dei motori elettrici.

News Commenti (0) |

MINI Concept Aceman: il primo crossover completamente elettrico della nuova famiglia MINI

MINI presenta uno studio che anticipa il futuro dei veicoli per il segmento delle utilitarie premium: la trazione puramente elettrica, l’assenza di cromature e pelle, il linguaggio di design completamente nuovo e la digitalizzazione avanzata creano un’esperienza d’uso intensa ed unica. Arriva MINI Concept Aceman.

MINI Concept Aceman

La nuova famiglia MINI sta prendendo forma. Il marchio britannico presenta la MINI Concept Aceman, una prima anticipazione del nuovo design della futura generazione di modelli. Questa concept car pone l’accento sulle innovazioni tecnologiche e di design che secondo MINI definiranno il piacere di guida del futuro. Una trazione puramente elettrica, il linguaggio formale chiaro e ridotto della Charismatic Simplicity, una nuova esperienza digitale all’interno dell’abitacolo e un design responsabile dei materiali con l’assenza assoluta di pelle e di elementi cromati: MINI offre queste innovative caratteristiche sul primo modello crossover del segmento delle piccole auto premium.

Per la prima volta, la MINI Cooper con l’iconica carrozzeria a tre porte, che è stata costantemente reinterpretata nel corso dei suoi oltre 60 anni di storia, sarà affiancata da un modello crossover nella prossima generazione di modelli, un veicolo con una maggiore versatilità e un aspetto robusto. “La MINI Concept Aceman offre un primo assaggio di un auto completamente nuova, che colmerà lo spazio tra la MINI Cooper e la MINI Countryman nel futuro della famiglia di modelli”, ha dichiarato Stefanie Wurst, Head of the MINI Brand. “Questa concept car riflette il modo in cui MINI si sta reinventando per il suo futuro completamente elettrico e ciò che il marchio rappresenta: go-kart feeling elettrificato, un’esperienza digitale coinvolgente e una forte attenzione a un’impronta ambientale minima.”

L’alba di una nuova era del design MINI.

Il linguaggio di design presentato per la prima volta con la MINI Concept Aceman rappresenta l’alba di una nuova era del design MINI. Il principio della Charismatic Simplicity mette in evidenza l’essenziale, conferendo alle caratteristiche tipiche del design MINI un significato ancora più importante. Rimanendo fedele ai valori tradizionali del marchio, ma con passione per l’innovazione tecnologica, il nuovo design MINI crea un veicolo dal carattere emozionante, con un appeal futuristico e uno stile inconfondibile.

Oltre al design semplice e ridotto degli esterni e degli interni, anche l’esperienza utente, fatta di luce, movimento, interazioni e suoni, contribuisce a definire questo stile. Le superfici realizzate in tessuto riciclato lavorato a maglia con freschi contrasti cromatici si combinano con i comandi digitali senza soluzione di continuità, con un nuovo display OLED come interfaccia centrale. Tutto questo crea un’esperienza interna unica, inconfondibilmente MINI. I modelli completamente elettrici della prossima generazione riceveranno per la prima volta anche un sound design indipendente, che fornisce suoni di guida emotivamente coinvolgenti e un’autentica colonna sonora per le nuove Experience Modes.

Un frontale con un fascino sorprendente ed un carattere unico.

Il frontale eretto della MINI Concept Aceman annuncia la sua presenza in modo sorprendente. I tratti iconici del design del marchio sono stati reinterpretati per riflettere le sue caratteristiche di crossover e la sua trazione puramente elettrica. L’elemento della griglia del radiatore al centro del frontale del veicolo è circondato da superfici chiare, il cui profilo tradizionalmente esagonale è stato ulteriormente perfezionato in un contorno ottagonale. Il nuovo design è valorizzato dal bordo illuminato. L’illuminazione del contorno a LED in una tonalità di verde chiaro fornisce una firma luminosa di grande effetto sia durante la notte che durante il giorno.

L’elemento centrale della griglia della MINI Concept Aceman è completamente chiuso. Nella sua parte superiore sono integrate unità LED a matrice che creano suggestivi effetti di luce per accogliere gli occupanti.

Anche i fari della MINI Concept Aceman presentano un profilo proprio, allontanandosi dalla classica forma rotonda. L’illuminazione continua del contorno delle luci diurne ne esalta l’unicità. Il contorno delle luci segue le superfici delle aree esterne del cofano. Questo accentua ulteriormente il loro carattere unico.

Elementi caratteristici con attenzione ai dettagli e un tocco tipico di MINI.

Il design pulito delle superfici esterne è combinato con elementi caratteristici che sottolineano l’attenzione per i dettagli e allo stesso tempo vantano un tipico tocco MINI. La sagoma di una foto a forma ovale è un elemento ricorrente in molti casi, tra cui le maniglie apriporta – integrate a filo con la superficie per la prima volta in una MINI – così come le calotte degli specchietti retrovisori esterni e il logo MINI sul battitacco delle porte. Il design è presente anche in numerosi dettagli dell’abitacolo. L’altrettanto distintivo design della Union Jack, che riconosce le radici britanniche del marchio, è visibile sia nella grafica dei fari posteriori che sul robusto portapacchi.

I cerchi in lega leggera da 20 pollici riempiono gli ampi passaruota della MINI Concept Aceman. La sagoma triangolare al centro del cerchio, che conferisce alle razze profondità visiva e dinamismo, è una caratteristica grafica speciale che generalmente si nota solo a una seconda occhiata.

Colori esterni espressivi per un carattere vivace del veicolo.

Il carattere giovane e vivace della MINI Concept Aceman è sottolineato da una verniciatura espressiva della carrozzeria e da un colore di contrasto elegantemente coordinato per il tetto. La vernice della carrozzeria nella variante Icy Sunglow Green, una tonalità turchese chiaro che si tuffa nell’oro, presenta una sfumatura che si manifesta con livelli di intensità diversi a seconda della luce e della prospettiva. In questo modo, la tinta segue in modo impressionante la sottile tridimensionalità delle superfici e delle linee dell’esterno. Il tetto della MINI Concept Aceman è verniciato nel tradizionale British Racing Green metallizzato. Le finiture verde scuro sul bordo inferiore della carrozzeria e sui passaruota, simili alla combinazione di colori del tetto, creano un attraente contrasto con il colore chiaro degli esterni. Gli spruzzi di verde neon danno un vivace effetto di profondità.

Il portapacchi è dotato di cinghie di fissaggio verdi e di un rivestimento iridescente che crea una lucentezza metallica che copre un ampio spettro di colori: blu, turchese, verde e viola. Il blu navy di base è abbinato ai raggi verniciati in grigio-blu dei cerchi in lega. Gli elementi di protezione anti-incastro nella parte anteriore e posteriore della MINI Concept Aceman sono in royal blue. Inoltre, i fascioni anteriori e posteriori sono dotati di due altoparlanti che attirano l’attenzione, non solo dal punto di vista acustico ma anche da quello visivo. Gli altoparlanti, che accompagnano lo scenario di benvenuto con un suono distintivo specifico del modello, presentano un’accattivante verniciatura rosa-arancio.

Interni: MINImalismo ridefinito.

Anche l’abitacolo della MINI Concept Aceman è contraddistinto da un design ridotto con contorni puliti e dettagli curati. Combina una tecnologia innovativa con caratteristiche di design tipiche di MINI, ma interpretate in modo nuovo.

L’abitacolo della concept car è ridotto all’essenziale, proprio come aveva in mente il designer della classica MINI nel 1959. Alec Issigonis progettò un abitacolo che, oltre ai sedili, al volante e alla leva del cambio, non aveva bisogno di nient’altro che di una strumentazione centrale rotonda e di una barra di interruttori per provare un piacere di guida senza pari.

“Nell’abitacolo della MINI Concept Aceman, ci siamo concentrati su un aspetto minimal, abbinato a materiali di alta qualità e a colori piacevoli. La digitalizzazione ci permette di andare d’accordo con un concetto operativo minimale e allo stesso tempo di massimizzare l’esperienza di guida tipica di MINI”, spiega Oliver Heilmer. “L’intero design è completamente orientato a fornire agli occupanti un’esperienza a tutto tondo nell’abitacolo”.

Le superfici aperte e dolcemente curve nell’area dei pannelli delle porte e della plancia danno una generosa sensazione di spazio. Il grande tetto panoramico in vetro della MINI Concept Aceman offre un ambiente inondato di luce. La sua superficie vetrata è modellata dai montanti trasversali e diagonali del portapacchi, la cui struttura riprende il motivo della bandiera Union Jack, ricordandoci le origini del marchio quando guardiamo il cielo dall’interno.

La plancia è un elemento di design piatto, simile a una barra sonora, che si estende per tutta la larghezza dell’abitacolo davanti ai sedili del guidatore e del passeggero anteriore. Le sue superfici in tessuto a maglia morbida creano un’atmosfera moderna e accogliente nell’abitacolo della MINI Concept Aceman. Il cruscotto è collegato tramite una struttura di supporto che, come il portapacchi, mostra il motivo della Union Jack, sottolineando nuovamente l’armonia tra design esterno e interno.

Interfaccia centrale e interruttore a levetta: la tipica armonia MINI tra comandi digitali e analogici.

La plancia, che si estende all’interno dell’abitacolo nella zona centrale, costituisce l’ambiente perfetto per l’interfaccia centrale, che riunisce tutte le funzioni del quadro strumenti e del monitor di bordo in un display OLED circolare. Come da tradizione, sotto il grande schermo si trova una barra di interruttori a levetta. Il controllo tattile con digitalizzazione all’avanguardia e la funzionalità analogica con interruttori fisici sono combinati in modo unico inconfondibilmente MINI.

Gli interruttori a levetta ridisegnati azionano il freno di stazionamento, selezionano le marce, attivano e disattivano la guida, selezionano le Experience Modes e regolano il volume dell’impianto audio. Ciascuna levetta è stata progettata individualmente come manopola o interruttore a levetta per un funzionamento più intuitivo.

Interfaccia utente innovativa sotto forma di display OLED circolare.

L’inconfondibile display e l’esperienza operativa MINI raggiungono nuovi traguardi grazie alla reinterpretazione della nota interfaccia centrale. MINI è la prima casa automobilistica al mondo a presentare un display OLED circolare che occupa l’intera superficie dell’interfaccia centrale. La tecnologia OLED conferisce al display un aspetto particolarmente pregiato e permette di visualizzare forti contrasti e neri profondi. L’interfaccia utente presenta inoltre una visualizzazione grafica completamente nuova, un layout moderno e widget dal design accattivante. Il display e il sistema di controllo della vettura di serie si baseranno sull’ultima generazione del sistema operativo MINI, che per la prima volta si basa su uno stack software Android Open Source Project (AOSP). Ciò consente un’espansione senza precedenti e particolarmente completa delle funzioni digitali del veicolo.

Un altro punto di forza è l’area di visualizzazione che si estende oltre l’interfaccia centrale. Le proiezioni di immagini in movimento possono trasferire i contenuti del sistema di controllo all’intero cruscotto, creando un’esperienza digitale unica che si estende fino ai pannelli delle portiere. La proiezione apre una varietà infinita di rappresentazioni, da una mappa dai contorni nitidi a immagini sparse di nuvole. Lo schema di colori e l’illuminazione della proiezione sono accompagnati da sequenze sonore appropriate.

Tre nuove modalità per un’esperienza completa del veicolo.

Le innovative Experience Modes creano nuove possibilità per personalizzare l’esperienza di guida nell’abitacolo della MINI Concept Aceman. Combinano display e mondi cromatici specifici, rappresentati sul pannello centrale dell’interfaccia e attraverso la proiezione interna, e un sound stage coordinato.

La modalità personale consente all’utente di trasferire sul display OLED un motivo di immagine di sua libera scelta. Questa nuova forma di personalizzazione è completata da una proiezione di immagini in movimento sul cruscotto, che può mostrare, ad esempio, formazioni nuvolose, onde oceaniche o la superficie scintillante di una piscina. La proiezione selezionata è accompagnata da un sottofondo sonoro adeguato.

Il Pop-Up Mode della MINI Concept Aceman vi regalerà una navigazione ricca di momenti sorprendenti. Il sistema suggerisce le destinazioni di navigazione appropriate in base a una categoria selezionata dall’utente, mostra il percorso sul display OLED e tramite proiezione sul cruscotto. Ad esempio, è possibile scegliere un’interessante attività per il tempo libero nella categoria “Avventure”, un ristorante popolare in “Gustosi” o un luogo ricco di eventi in “Trending”. Per ogni categoria vengono riprodotti suoni specifici, per anticipare l’esperienza che ci attende.

La modalità Vivid Mode consente un design interattivo dell’area di visualizzazione sul display OLED e sulle superfici adiacenti. Si tratta di un’innovativa funzione di intrattenimento che può essere utilizzata sia durante le brevi pause di sosta ai semafori, sia durante la ricarica della batteria ad alto voltaggio. Basta toccare il display touch nell’interfaccia centrale per creare “bolle di lettere” colorate dai componenti della scritta “Aceman” e spostarle a destra e a sinistra sul cruscotto. Le lettere hanno un proprio algoritmo di movimento e interagiscono tra loro nella proiezione sovrapponendosi e formando motivi grafici fluidi. Gli elementi del Vivid Mode sono caratterizzati da suoni sperimentali il cui ritmo cambia costantemente con l’interazione tra utente e veicolo.

Innovativi colori e design dei materiali nell’abitacolo.

Il design purista degli interni è combinato con uno schema di colori e materiali sviluppato appositamente per la MINI Concept Aceman. L’ambiente è arricchito da materiali innovativi e di alta qualità, selezionati con un occhio di riguardo alla sostenibilità. Gli affascinanti contrasti di colore catturano l’attenzione sui pannelli delle porte minimalisti e nella zona del cruscotto. Qui, il colore di base verde kaki per le superfici di fondo è abbinato a perimetri tessili lavorati a maglia in poliestere riciclato grigio chiaro con una leggera sfumatura blu e con cuciture decorative posizionate con precisione.

I sedili della MINI Concept Aceman presentano una discreta geometria con poggiatesta integrati. I materiali, i colori e i motivi grafici sono ancora più evidenti. Le superfici dei sedili hanno un aspetto vivace e tridimensionale ottenuto grazie alla combinazione di tessuto a maglia piatta, velluto velour e trama waffle, un motivo pied-de-poule sovradimensionale e grafiche a X e O ricamate. La MINI Concept Aceman è innovativa nel dimostrare il grande potenziale delle superfici tessili per le moderne forme di espressione del design.

Lo spostamento dei comandi del selettore di marcia e del freno di stazionamento crea uno spazio libero supplementare tra il sedile del guidatore e quello del passeggero. Questo spazio viene sfruttato nella MINI Concept Aceman da una consolle centrale flessibile che si estende, in modo trasparente e apparentemente fluttuante, nella zona posteriore. La superficie della consolle centrale offre la possibilità di posizionare liberamente vani portaoggetti, una stazione di ricarica wireless per lo smartphone, portabicchieri o una miriade di altri accessori.

Rinuncia a pelle e cromature.Gli elementi cromati sono completamente assenti, non solo all’esterno della MINI Concept Aceman, ma anche all’interno. Al contrario, la struttura di supporto della plancia è punto di forza e di alta qualità dell’abitacolo, con il suo rivestimento iridescente che si abbina, ad esempio, al supporto del tetto.

Anche il volante della MINI Concept Aceman, come i sedili, i pannelli delle porte e tutte le altre superfici interne, è privo di pelle. La corona del volante è laminata con velluto verde scuro, per una sensazione particolarmente piacevole. I pulsanti multifunzione sono integrati in superfici tessili retroilluminate. La scritta “Aceman” e un robusto cinturino formano le sei razze del volante.

Prima apparizione pubblica al Gamescom 2022 di Colonia.

Il pubblico potrà vedere per la prima volta la MINI Concept Aceman alla fiera di videogiochi e computer Gamescom 2022 di Colonia. Il raduno internazionale di sviluppatori, editori, esperti e appassionati della scena dei videogiochi e degli Esports inizierà il 23 agosto 2022 con un livestream e proseguirà fino al 28 agosto 2022 presso il centro espositivo di Colonia.

Leggi di più

News Commenti (0) |

Nuova Mégane E-TECH Electric: full immersion nelle innovazioni

Renault, pioniere dell’elettrificazione, sfrutta ogni anno il suo know-how per sviluppare innovazioni al servizio dei veicoli elettrici. Se la miniaturizzazione delle batterie e l’aumento della loro autonomia svolgono un ruolo di primo piano nelle attività di ricerca e sviluppo, anche il motore non scherza.

Nuova Mégane E-TECH Electric

Renault punta sul ruolo strategico del motore nella catena del valore elettrica e ha persino deciso di progettarlo internamente, dall’inizio alla fine. La produzione e l’assemblaggio di qualsiasi componente attivo (rotore, statore, elettronica di potenza, riduttore) avvengono alla Manufacture de Cléon (Dipartimento della Senna Marittima) utilizzando meno materiali ed energia, mentre le attività di R&S si concentrano presso il Technocentre di Guyancourt (Dipartimento delle Yvelines).

Il nuovo sistema a rotore avvolto di Mégane E-TECH Electric offre diversi vantaggi:

  • Sistema più rispettoso dell’ambiente perché privo di magneti e quindi di terre rare;
  • Robustezza e affidabilità;
  • Rendimento ottimizzato limitando l’uso dell’energia elettrica (grazie alla modulabilità della corrente) e quindi meno spreco di energia, soprattutto ad alte velocità, in autostrada;
  • Riduzione dei costi di produzione, grazie all’utilizzo di questa tecnologia per i motori di ZOE, Twingo E-Tech Electric, Kangoo E-Tech Electric e Master E-Tech Electric, tutti prodotti sulla stessa linea a Cléon.

Grazie al nuovo brevetto, Renault ha progettato un motore sincrono a rotore avvolto senza magneti permanenti per Nuova Mégane E-TECH Electric. Questa tecnologia migliora il rendimento del motore riducendo, al tempo stesso, il suo impatto ambientale. Basta con le terre rare, questi metalli tanto difficili da riciclare, come il neodimio, la cui estrazione e lavorazione producono rifiuti tossici. I magneti sono sostituiti da bobine di rame con fili appositamente ordinati e organizzati in modo da resistere alla forza centrifuga del rotore.

Oltre al vantaggio ecologico, la tecnologia del rotore avvolto offre al motore di Mégane E-TECH Electric un ottimo rendimento su un’ampia gamma di coppie e velocità. A differenza dei motori a magneti permanenti, grazie alla loro invenzione, gli ingegneri Renault hanno potuto regolare il livello di eccitazione magnetica tramite la corrente immessa nel rotore avvolto. Per cui, quando il motore non ha bisogno di essere fortemente sollecitato, l’eccitazione può essere ridotta, diminuendo così l’attuazione magnetica nel motore e le relative perdite.

Potrebbe interessarti – Nuova Megane E-Tech Electric e la batteria più sottile del mercato

Leggi di più

News Commenti (0) |

Audi Battery Technology Center, dove nascono le batterie dei quattro anelli

Audi gestisce in-house la progettazione e lo sviluppo delle celle, verificando le prestazioni delle batterie presso l’Audi Battery Technology Center.

L’impianto della casa dei quattro anelli sorge a Gaimersheim, in Baviera.

Nero, rosso, oro: ecco i colori che indicano il livello di carica di una batteria. Questo perché, durante l’assorbimento d’energia, gli ioni di litio migrano verso l’anodo di grafite. E la grafite cambia colore in funzione del livello di carica. Se la cella è scarica, la grafite è di colore nero; in condizioni parziali diventa rossa, mentre a carica completa vira all’oro.

Quando un elettrodo viene caricato, ciò non avviene in modo uniforme. Dove sono presenti più ioni di litio, l’elettrodo si carica più rapidamente. È qui che viene “letto” il livello d’energia. In condizioni ideali, l’intero elettrodo dovrebbe presentare il medesimo colore, ma ciò è possibile solo con componenti estremamente sottili, in grado d’immagazzinare una quantità minima d’energia.

Audi e-tron: la regolarità della curva di ricarica è il riferimento della categoria

I tecnici delle celle di Gaimersheim si trovano a gestire obiettivi confliggenti.

Purtroppo, maggiore è la densità d’energia, più lungo è il tempo per la ricarica. I tecnici delle celle si trovano pertanto a bilanciare i due aspetti, puntando solitamente a mantenere costante il tempo di rigenerazione a fronte di un progressivo incremento della densità energetica.

Per poter immagazzinare rapidamente molta energia, la capacità di ricarica è un criterio decisivo. Sotto questo profilo, Audi è il punto di riferimento con due modelli.

In condizioni ideali, la batteria ad alto voltaggio (800 Volt) da 93 kWh di Audi e-tron GT è ricaricabile con potenze sino a 270 kW in DC, passando dal 5% all’80% d’energia in soli 22,5 minuti. Parallelamente, Audi e-tron, svelata nel 2019, è il benchmark quanto a regolarità nell’assorbimento d’energia. Audi e-tron e Audi e-tron Sportback nelle varianti S e 55 quattro possono infatti contare su di una curva di ricarica caratterizzata da una notevole rapidità nel raggiungere il picco (150 kW in DC) e da una marcata costanza nel mantenerlo. In condizioni ideali, con un livello d’energia tra il 5% e il 70%, i SUV a elettroni Audi si ricaricano con potenze costantemente prossime alla soglia massima, prima che la gestione intelligente della batteria porti a una riduzione della corrente. Una differenza cruciale rispetto ai competitor che toccano il massimo della potenza per un breve periodo e vedono ridursi il picco ben prima del ripristino del 70% della capacità degli accumulatori.

Potrebbe interessarti – Da Milano con Audi A6 Avant e-tron concept in viaggio verso il futuro del pianeta

Leggi di più

News Commenti (0) |

ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: tra design, innovazione e sostenibilità

Il ritorno di un’icona. Con l’ID. Buzz e l’ID. Buzz Cargo, la Volkswagen
porta il DNA del T1 nel presente e nel futuro. Come il primo Bulli del 1950, i nuovi modelli hanno un design pulito e funzionale, ma allo stesso tempo evocano grandi emozioni.

La Volkswagen entra in un nuovo segmento di mercato e, in questo modo, accelera il ritmo della sua iniziativa elettrica in tutti i segmenti di veicoli nell’ambito della sua strategia ACCELERATE. Entro il 2030, si prevede che almeno il 70% delle vendite Volkswagen in Europa sarà costituito da auto puramente elettriche. Si tratta di oltre un milione di veicoli. In Nord America e in Cina, la quota di auto elettriche dovrebbe essere almeno del 50%.

Con le loro linee, l’ID. Buzz e l’ID. Buzz Cargo seguono il loro antenato. «Un’icona ha molto a che fare con la semplicità», racconta Marco Antonio Pavone, responsabile del Design Esterno Volkswagen. «Ogni bambino può disegnare un’auto come la T1 con poche linee. E quando vedo l’ID. Buzz, posso dire: ‘Wow, ci è venuto davvero bene», aggiunge Roland Faller, responsabile del Design Esterno della Volkswagen Veicoli Commerciali, che prosegue: «L’ID. Buzz Cargo non è solo un furgone pratico, ma è anche una notevole innovazione, con il suo design espressivo e l’elevato grado di funzionalità».

Open space generoso
La trazione elettrica compatta e la batteria integrata nel pianale del veicolo si traducono in un open space e in un concetto di volumi che mette ancora di più al centro le persone e le loro esigenze. Il conducente e i passeggeri hanno a disposizione molto spazio e numerosi vani portaoggetti e interfacce, mentre la sensazione è generosa, leggera e ariosa. Jozef Kabaň afferma: “Abbiamo sviluppato un layout del veicolo con un concetto di interni molto logico e intuitivo e un uso variabile dello spazio”. I sedili anteriori dell’ID. Buzz sono situati in una posizione relativamente alta, tipica dei furgoni, e sono dotati di braccioli. La versione più pregiata dei sedili, con un gran numero di opzioni di regolazione, è stata premiata per la sua ergonomia dalla Campagna per la Salute della Schiena (AGR).

La sostenibilità ha avuto un ruolo fondamentale nella scelta dei materiali dell’ID.Buzz. Gli interni sono completamente privi di pelle animale.
Alcuni rivestimenti hanno un tessuto il cui filato è composto da bottiglie in PET riciclate e plastica recuperata dal mare. Marion Dürr, designer di Color & Trim, ha arricchito l’idea di sostenibilità: “Abbiamo creato combinazioni fantastiche con materiali di qualità. Ci siamo affidati alla vernice cromata anziché al cromo e all’effetto legno anziché al legno vero”.

Ti potrebbe interessare – Honda ZR-V si unirà alla gamma europea di SUV nel 2023

Il video dedicato al design degli esterni di ID. Buzz e ID. Buzz Cargo è disponibile all’indirizzo https://youtu.be/OrHp6PjDbaI


Il video dedicato al design degli interni di ID. Buzz e ID. Buzz Cargo è disponibile all’indirizzo https://youtu.be/7sPd0fVgd5M

Leggi di più

Auto, News Commenti (0) |

BMW i4 scende in campo con il Milan

In occasione della presentazione della quarta maglia della squadra è stata realizzata una versione speciale della Nuova BMW i4, mostrata nel corso della partita Milan – Bologna di lunedì sera.

Si arricchisce così la partnership tra BMW Italia e AC Milan, siglata a marzo 2021, che ha visto la filiale italiana della casa automobilistica premium tedesca diventare Automotive Partner e Premium Partner dei Rossoneri.

Sarà poi possibile vedere da vicino la versione speciale della Nuova BMW i4 presso la House of BMW in via Verri 10, Milano, dal 6 al 26 aprile.

I due marchi globali, eccellenze nei rispettivi ambiti, scendono in campo per l’innovazione, la sostenibilità e lo stile con un approccio pionieristico orientato al futuro con lo scopo di connettere ed entusiasmare gli appassionati di sport, motori, innovazione e glamour, in tutto il mondo.

Leggi anche La nuova MINI è full electric

Leggi di più

News Commenti (0) |

Porsche, ora si può ricaricare presso i punti Enel X Way

Per i clienti Porsche da oggi sarà ancora più facile ricaricare la propria Taycan in viaggio. Grazie alla partnership siglata con Enel X Way, la nuova global business line di Enel dedicata alla mobilità elettrica, i clienti della Casa di Stoccarda potranno ricaricare i propri modelli elettrici presso i 15mila punti di ricarica di Enel X Way diffusi in tutta la Penisola, attraverso il servizio Porsche Charging Service.

I clienti avranno a disposizione tutta la gamma di soluzioni di ricarica di Enel X Way: caricatori quick da 22kW, fast fino a 100 kW e HPC (High Power Charging) fino a 300 kW. Presso i punti di ricarica HPC, la Taycan, con la sua architettura a 800 volt, può ricaricarsi dal 5% all’80% in 22,5 minuti in condizioni ottimali.

La funzione Plug & Charge, disponibile su tutte le Porsche Taycan, consente inoltre una comoda ricarica e pagamenti senza bisogno di carte o app. Inserendo il cavo di ricarica, la Taycan stabilisce una comunicazione crittografata con la colonnina compatibile Plug & Charge e avvia automaticamente la ricarica. Anche i pagamenti vengono elaborati in modo automatico.

“La costruzione di un’infrastruttura di ricarica a misura di cliente è la chiave per ottenere un successo a lungo termine per l’elettromobilità” – commenta Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia. “La collaborazione con Enel X Way era il tassello mancante all’interno del nostro piano nazionale di sviluppo della mobilità elettrica a marchio Porsche”.

“La partnership con Porsche è un’altra dimostrazione di quanto le case automobilistiche stiano puntando sulla rapida crescita della mobilità elettrica che passa necessariamente anche attraverso accordi tra i più importanti attori della transizione” commenta Elisabetta Ripa, CEO di Enel X Way. “Enel X Way, la neonata in casa Enel, offrirà ai clienti Porsche la possibilità di accedere a un numero ancora più elevato di infrastrutture di ricarica in tutto il Paese, compresa la rete di caricatori ultrafast, i più veloci e tecnologicamente avanzati sul mercato.”

Un’ampia offerta di soluzioni di ricarica in viaggio e a destinazione
Oggi i proprietari Taycan possono contare su un’ampia offerta di soluzioni di ricarica in viaggio e a destinazione. A partire dalle 27 stazioni di ricarica HPC con potenze fino a 320 kW attualmente attive presso altrettanti Centri Porsche d’Italia.

Infine, con Porsche Destination Charging, i clienti italiani possono ricaricare gratuitamente i loro modelli Porsche elettrici e ibridi plug-in in oltre 370 destinazioni inclusi hotel, ristoranti, centri commerciali, club sportivi e porti turistici selezionati. Le posizioni dei Porsche Destination Charger possono essere facilmente individuate nella mappa dell’app My Porsche grazie al filtro dedicato e all’icona distintiva (logo Porsche).

Porsche Charging Service
Porsche Charging Service offre ai clienti Porsche l’accesso a quasi 200.000 punti di ricarica in 20 paesi d’Europa, tra cui IONITY e, a partire da oggi, Enel X Way. Oltre alla rete della joint venture IONITY e alla nuova partnership con la business line del Gruppo Enel dedicata alle soluzioni energetiche avanzate, Porsche ha in programma di allestire le proprie stazioni di ricarica rapida lungo le più importanti arterie di traffico europee.

Leggi di più

Auto, In evidenza, News Commenti (0) |

Dacia Spring festeggerà l’anniversario su Rocket League

Dacia festeggerà il primo anniversario di Spring, la city car 100% elettrica, e per questa occasione speciale organizza un torneo di videogame Rocket League® intitolato ”Dacia Spring Electric Tournament”.

Dal 5 al 24 aprile, Dacia organizza in Europa il «Dacia Spring Electric Tournament», il primo torneo di esport in cui i giocatori sono invitati a personalizzare le loro auto per renderle il più elettriche possibile. Grazie a Dacia Spring, il Brand vuole mostrare ai giovani di aver vinto la sfida e reso l’auto elettrica più accessibile a tutti.

Per partecipare al torneo i giocatori devono formare squadre di tre membri che verranno invitati a personalizzare la loro auto con oggetti elettrici. Lo scopo? Dimostrare quanto è facile passare all’elettrico, anche per i gamer. Le squadre dovranno successivamente cimentarsi in diverse competizioni.

Il torneo sarà scandito da 9 incontri, 4 dei quali saranno trasmessi e commentati da Rocket Baguette, il gruppo francese di commentatori ufficiali del gioco, con una media di 13 milioni di spettatori in tutto il mondo. Ogni match potrà anche essere trasmesso sui canali Twitch dei giocatori. Alla fine della competizione, i membri della squadra vincitrice riceveranno un premio di €5.000 ciascuno, più la possibilità di avere una Dacia Spring in prova esclusiva per 4 settimane.

DACIA SPRING USA I CODICI DI GIOCO PER PARLARE DIRETTAMENTE ALLE NUOVE GENERAZIONI
Dacia condivide con il video game Rocket League® solidi valori. Le nuove generazioni a cui entrambi si rivolgono abbracciano lo spirito della condivisione e del lavoro di squadra. Spring ha democratizzato la mobilità elettrica: le prime analisi sociodemografiche dei nostri clienti evidenziano uno straordinario successo tra i più giovani. Ad esempio, in Francia la fascia 18-49 anni costituisce il 20% di acquirenti di Dacia Spring in più rispetto ad altri modelli Dacia.

CON DACIA SPRING TUTTI POSSONO PASSARE ALL’ELETTRICO
Un anno dopo il suo lancio nella primavera del 2021, con più di 60.000 ordini, Spring, la city car 100% elettrica, ha democratizzato la mobilità elettrica ottenendo anche il prestigioso premio europeo Best Buy Car of Europe 2022 dalla giuria internazionale Autobest.

Dacia Spring si distingue per il suo look moderno da SUV cittadino, versatile e pratico nella vita di tutti i giorni, facile da usare e da ricaricare. È la city car 100% elettrica per tutti.

Attraverso l’organizzazione di un torneo di video giochi, Dacia può raggiungere direttamente le generazioni più giovani, che sono ancora più consapevoli delle sfide della mobilità sostenibile. Con Spring, nei videogiochi come nella vita, l’auto elettrica è ora accessibile alla maggior parte delle persone.

Leggi anche MetaHype, CUPRA investe nel Metaverso

Leggi di più

Bici, Green News, News Commenti (0) |

Futa e MIG-S, la gamma di E-Bikes Ducati si aggiorna

Innovazione in casa Ducati. La Ducati Futa è la prima bici stradale a pedalata assistita della gamma Ducati: una e-road performante per chi desidera allenarsi, divertirsi e pedalare al proprio massimo

Per la stagione 2022 la grande novità è l’inserimento della Futa: la prima bicicletta da corsa Ducati a pedalata assistita, che sarà disponibile anche in Limited Edition. La gamma di E-Bikes Ducati si aggiorna inoltre con l’evoluzione della MIG-S e la presentazione della TK-01RR Limited Edition.

“Il progetto sulle E-Bikes Ducati è nato nel 2019 e si è posto fin da subito l’obiettivo di offrire biciclette a pedalata assistita con cui vivere esperienze uniche e memorabili. Gli aggiornamenti ai modelli già esistenti e la presentazione della nuova Ducati Futa danno un’ulteriore spinta in questa direzione, andando a comporre per il 2022 una gamma di E-Bikes ancora più completa e performante. In particolare, l’inserimento della Futa ci consente di accogliere nella nostra famiglia nuovi appassionati di questo mondo”.
Queste le parole di Giorgio Favaretto, Head of Ducati E-Bikes business

La Ducati MIG-S è una All Mountain agile, performante e divertente, nata per affrontare qualsiasi sentiero e assicurare il massimo divertimento in qualsiasi condizione. Per il 2022 la mountain-bike elettrica si rinnova nell’estetica con una sportiva livrea che, come in tutti i modelli della gamma, è stata disegnata da Aldo Drudi in collaborazione con il Centro Stile Ducati. La MIG-S compie inoltre un importante step evolutivo dal punto di vista tecnico accogliendo il più performante motore Shimano EP8 insieme a una componentistica aggiornata.

La nuova drive unit Shimano EP8 rappresenta un riferimento per la categoria. Si tratta di un motore molto leggero (2,6 kg di peso), capace di erogare fino a 85 Nm di coppia con un rapporto massimo di servo assistenza pari al 400%. In questo motore la coppia viene sempre erogata con fluidità e naturalezza per garantire un grande controllo del veicolo. Grazie alla App Shimano E-tube Project, è inoltre possibile in qualsiasi momento adattare il carattere del motore alle proprie esigenze anche attraverso il proprio smartphone in modalità wireless, regolando la coppia massima e la temporizzazione di assistenza.

La Ducati MIG-S è capace di esplorare ogni sentiero assicurando al pilota un’eccellente guidabilità. La maneggevolezza di questa e-mtb è resa possibile dai componenti di alto livello di cui è dotata.
Le nuove sospensioni (forcella RockShox 35 RC e ammortizzatore RockShox SuperDeluxe) sono regolabili e hanno un’escursione di 150 mm all’anteriore e 140 mm al posteriore, ideale per affrontare ogni tipo di percorso in sicurezza. La trasmissione SRAM a 12 velocità è ancora più precisa e affidabile, mentre i freni sono i performanti SRAM Guide T a 4 pistoni con dischi da 203 mm. Le ruote THOK e-plus da 29″ all’anteriore e 27,5″ al posteriore sono equipaggiate con pneumatici Pirelli Scorpion Enduro S all’anteriore e Pirelli Scorpion EMTB-S al posteriore per offrire il massimo grip e aderenza sui tratti più impegnativi e alle velocità più elevate. La batteria Shimano da 630 Wh è posizionata all’esterno, sotto il downtube, assicurando un baricentro molto basso e massimizzando la stabilità.

La più importante novità tra le E-Bikes Ducati powered by Thok per il 2022 si chiama Ducati Futa. Il nome deriva dal Passo della Futa, la strada che attraversa l’Appennino collegando Bologna a Firenze, conosciuta e apprezzata da tanti Ducatisti. La Ducati Futa è una e-road performante , per chi ha voglia di allenarsi, divertirsi e pedalare al proprio massimo anche per lunghe distanze e percorrendo le salite più impegnative. Una E-Bike leggera che incarna lo spirito Ducati puntando su design, innovazione e divertimento in una perfetta combinazione tra comfort e prestazioni.

Il telaio monoscocca in fibra di carbonio presenta una geometria sport endurance, ma con scelte tecniche orientate all’aerodinamica e alla velocità. Il carro posteriore compatto, con foderi ribassati, rende la bici confortevole, generando al contempo una minor resistenza aerodinamica. Il triangolo posteriore è rigido lateralmente, proprio in virtù della scelta della posizione dei foderi e favorisce una migliore trasmissione della potenza alla ruota, oltre ad aumentare la reattività della bici. Tubo obliquo, tubo superiore, reggisella e foderi forcella sono sapientemente profilati e i loro rilievi vengono messi in evidenza dal gioco di colori della livrea che vede il grigio e il nero come colori principali con accenti in Rosso Ducati.

Il motore, posto sul mozzo posteriore, è l’FSA System HM 1.0 da 250W e 42Nm di coppia che vanta un’erogazione fluida e naturale in ogni condizione ed è tra i più compatti e leggeri della categoria (3,98 kg). Questo motore è dotato di 5 livelli di assistenza selezionabili tramite il comando Garmin posto al manubrio che permettono di gestire il livello di supporto a proprio piacimento. L’app FSA, disponibile per dispositivi iOS e Android, consente al ciclista di visualizzare in maniera rapida e intuitiva le statistiche di guida, lo stato del sistema, la durata residua della batteria e lo stato di carica. Tramite l’app è inoltre possibile scaricare eventuali aggiornamenti del software e comunicare con i centri di assistenza FSA in tutto il mondo.

Grazie al peso ridotto (12,4 kg in taglia M) e a una resistenza del motore quasi impercettibile superati i 25Km/h*, la Ducati Futa risulta sempre scattante e veloce nei tratti pianeggianti. Il gruppo completo FSA K-Force WE di serie prevede un cambio elettronico wireless da 2×12 velocità molto fluido, dei performanti freni a disco da 160 mm con leve intercambiabili in carbonio UD regolabili e la guarnitura con pedivelle in carbonio.
Le ruote sono le Vision AGX30 con cerchi in carbonio e montano le gomme Pirelli Cinturato Velo TLR da 35 mm, che garantiscono scorrevolezza, comfort e grip, combinati a una notevole robustezza. La batteria FSA da 250 Wh è integrata nel tubo obliquo ed è disponibile un range extender opzionale da 250 Wh, per coprire distanze ancora più lunghe.

La nuova Futa sarà disponibile anche in Limited Edition : disponibile in soli 50 esemplari numerati, è pensata per chi è alla ricerca di una e-road con una dotazione di serie sofisticata che rende la bici ancora più leggera (12,2 kg).

Potrebbe interessarti la nostra sezione – Green News
Leggi anche Cake Makka e Prism

Leggi di più

News Commenti disabilitati su Four Steps to Choosing an Urgent Essay Writing Service |

Four Steps to Choosing an Urgent Essay Writing Service

It can be quite hard to write an urgent essay, especially if you’re not that great at the finer points of essay. I understand I can’t wait for the day when I can find some fantastic practice. As I am sure Continue Reading

Leggi di più

News Commenti (0) |

Audi e-tron 2022: look esclusivo e ricarica rapida

Audi e-tron 2022: look esclusivo e ricarica rapida

  • Inedito pacchetto estetico S line black edition: look muscolare, finiture total black, inserti arancio, cerchi in lega da 21” e rivestimenti interni sostenibili
  • Caricatore di bordo supplementare esteso alle versioni d’ingresso Audi e-tron e Audi e-tron Sportback 50 quattro: 22 kW la potenza massima di ricarica in corrente alternata
  • Tempi di rifornimento dimezzati presso le colonnine pubbliche più diffuse e in ambito domestico: il “pieno” d’energia in 3,5 ore

In vista del 2022, la vocazione sportiva di Audi e-tron e Audi e-tron Sportback viene ulteriormente sottolineata dall’esclusivo pacchetto S line black edition. Al look muscolare dei SUV elettrici dei quattro anelli si accompagna l’estensione alle versioni entry level 50 quattro della disponibilità del secondo on-board charger. La potenza massima di ricarica in corrente alternata (AC) passa da 11 a 22 kW: si dimezzano i tempi di rifornimento presso le colonnine più diffuse in Italia.

Puoi accedere alle informazioni cliccando qui.

Qualora la pagina non si visualizzasse, ti invitiamo ad accedere al sito stampa.volkswagengroup.it tramite il tuo browser.

Grazie e cordiali saluti.

Audi
Audi Italia Press & P.R.
VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.P.A.


Modo.volkswagengroup.it
modo.volkswagengroup.it

Viale G.R. Gumpert, 1
37137 Verona – Italia
Tel. +39 045 8091130


Leggi di più