Motori Green è tutto ciò che c'è da sapere sul mondo dei motori elettrici.

In evidenza, Moto, News Commenti (0) |

Segway Apex H2. La moto ibrida elettrica e a idrogeno

Segway continua spedita sul progetto Apex e fissa già una data, il 2023 e anche il prezzo.

Segway presenta il concept di una moto ibrida a idrogeno ed elettrica, la Apex H2. Una specie di versione 2.0 dello stesso modello presentato nel 2019. Un progetto ambiziosissimo per Segway che sembra però l’azienda di proprietà di Ninebot sembra portare avanti con grande concretezza e convinzione. L’introduzione dell’alimentazione a idrogeno inserisce una variabile in più nel mercato delle emissioni zero.
La possibilità di rimuovere e sostituire le bombole di idrogeno permetterebbe di ridurre i tempi di rifornimento rispetto a una moto elettrica convenzionale. Questo tipo di alimentazione ha però lo svantaggio di doversi appoggiare a una rete di distribuzione ad oggi praticamente inesistente. 

L’Apex H2 ha un design futuristico, accattivante e decisamente al di fuori del giocoso family feeling a cui Segway ci ha abituati. D’altra parte qui entrano in gioco componenti emozionali oltre che tecnologiche e anche l’estetica diventa funzione e veicolo di contenuti. 
 

Secondo Segway, l’Apex H2 produrrà 60 kW (80 CV) di potenza e potrà accelerare da 0-100 km / h in quattro secondi. La velocità massima dovrebbe essere di 150 km / h. Uno degli aspetti più caratteristici è quello che entrambe le ruote sono montate su monopracci e che quindi sembrano fluttuare se si guarda la moto dal lato destro. 

L’Apex H2 per Segway non è un’idea, ma un vero e proprio progetto e afferma che verrà prodotta e anche in tempi piuttosto brevi. Nei piani infatti le prime consegne verranno effettuate nel 2023 e a un prezzo intorno ai 10.700 dollari. Segway è parte del colosso cinese Ninebot e questo rende più credibili anche le previsioni più fantascientifiche. Aspettiamo con curiosità di avere dettagli sull’evolversi del progetto.

Leggi di più

Moto, News Commenti (0) |

Cake vince due premi nell’ambito del concorso Design S Award

CAKE, il produttore svedese di motociclette elettriche leggere ad alte prestazioni, è onorato di aver vinto due Premi nell’ambito concorso Design S Award di quest’anno. Il primo premio Grand Prix riconosce la motocicletta elettrica Ösa di CAKE per l’eccezionale design industriale e del prodotto e il secondo premio Grand Prix onora nuovamente il modello Ösa nella categoria dello sviluppo sostenibile. CAKE aveva già vinto un Gran Premio di Industrial & Product Design per Kalk OR nel 2018.

Il Design S semestrale – Swedish Design Awards è il premio di design più importante e rispettato della Svezia nel settore del design e delle industrie creative. È ospitato da Svensk Form (la Società svedese di artigianato e design), un’organizzazione associativa senza scopo di lucro fondata nel 1845 per promuovere il design svedese in patria e all’estero e per dimostrare i vantaggi di un buon design per lo sviluppo sociale. Svensk Form ha iniziato il Design S Award nel 2006 dopo aver precedentemente organizzato il concorso con il nome di Excellent Swedish Form dal 1983-2002. “È un vero onore. Ricevere tre nomination era irreale. E poi vincere effettivamente due delle categorie: che gioia! ”, Ha commentato il fondatore e CEO di CAKE, Stefan Ytterborn. “Un premio come questo – uno che deriva dal lavoro approfondito della giuria da parte di specialisti oggettivi in ​​una dura competizione – è il massimo impulso e una vera conferma per il team dietro l’Ösa. E credimi, sta incredibilmente affermando il numero di competenze e persone coinvolte, dai nostri ingegneri meccanici, biomeccanici ed elettrici ai nostri specialisti di materiali e produzione, grafici, esperti di marketing e altro ancora. Siamo orgogliosi di farne parte! ” I Design S Awards 2020 includevano quindici categorie con tre premi speciali. Delle dozzine di proposte in ciascuna categoria, ciascuna riceve un totale di quattro candidati e un vincitore del Grand Prix. CAKE ha vinto le categorie Industrial & Product Design B2B e Sviluppo sostenibile e ha ricevuto una terza nomination per l’Aluminium Award. Nelle loro dichiarazioni scritte di premio, la giuria di Design S ha detto questo su CAKE e Ösa. Design industriale e di prodotto B2B: la giuria vede grandi possibilità nel sistema modulare offerto da Ösa. La capacità di progettare facilmente il proprio veicolo in base alle proprie esigenze, di trasportare se stessi e le proprie attrezzature a basso impatto ambientale, nonché di far funzionare e caricare macchine utilizzando la batteria sono qualità che consideriamo potenzialmente innovative per i professionisti. Il design di Ösa segnala chiaramente la sua funzionalità, pur sfidando le norme nel design dei trasporti.

CAKE ha aperto il suo marchio a nuovi settori e così ha facilitato la nostra transizione verde, che giustifica la scelta della giuria per il premio nella categoria B2B. Sviluppo sostenibile: l’architettura di prodotto modulare di Ösa dimostra come l’ingegneria funzionalista, la scelta ottimizzata dei materiali, l’elevata facilità di manutenzione e riciclabilità possano essere combinati con grande attenzione ai dettagli e al piacere dell’utente. Attraverso un design che si adatta da zero a una varietà di utenti e aree di utilizzo, Ösa sfida le norme stabilite all’interno del segmento di prodotto sia dal punto di vista funzionale che visivo. Con Ösa, CAKE ha applicato il design come strumento per promuovere un ambiente urbano più funzionale identificando il bisogno di mobilità delle persone come una questione chiave di una città sostenibile. CAKE viene premiata anche per il coraggio di fare un passo così grande dal suo precedente segmento di prodotti, qualcosa da cui più industrie dovrebbero essere ispirate.

Leggi di più

In evidenza, Moto Commenti (0) |

Kymco F9, il primo scooter elettrico simile alle moto

F9 è il primo scooter elettrico in grado di assicurare un’esperienza e percezione di guida  che solo le normali motociclette sarebbero in grado di offrire.È dotato di un motore da 9,4 kW progettato per le uscite sportive su strada, accelera da 0 a 50 km/h in 3 secondi e raggiunge una velocità massima di 110 km/h.

Kymco F9

È, inoltre, equipaggiato con il primo cambio automatico a due velocità al mondo progettato specificamente per scooter elettrici che migliora in ogni condizione di utilizzo la guida.F9 è alimentato da una batteria al litio da 96 V e 40 Ah, capace di garantire un’autonomia di 120 km. Sfruttando la ricarica rapida può essere caricato completamente in sole 2 ore.La batteria costituisce parte integrante del telaio, contribuendo così ad un peso light di soli 107 kg e garantendo un’eccezionale rigidezza. Gli pneumatici sono da 14 pollici e danno elevata aderenza in curva, assicurando il divertimento di guida: provare per credere!Prezzo e disponibilità da definire.

Leggi di più

Moto, News Commenti (0) |

BMW Motorrad Definition CE 04: Il nuovo stile della mobilità urbana su due ruote

Con la BMW Motorrad Definition CE 04, il BMW Group presenta la versione quasi di serie del BMW Motorrad Concept. Come elemento di connessione tra i mondi analogico e digitale dell’utente, il BMW Motorrad Definition CE 04 è sia un mezzo di trasporto che un mezzo di comunicazione per gli urban commuter. Con la sua trazione elettrica, il design pionieristico e le soluzioni di connettività innovative, si propone di ridefinire il segmento scooter.

“Plugged to Life” – elettrico e collegato alla vita del pilota

Il Concept elettrico BMW Motorrad Definition CE 04 è stato costantemente sviluppato e adattato per soddisfare le esigenze e le necessità quotidiane del cliente. Fedele al motto “Plugged to Life” combina il mondo analogico del cliente con quello digitale. In combinazione con il corrispondente abbigliamento tecnico intelligente, viene creata un’esperienza di mobilità olistica, altamente emotiva e di nuova concezione.

“La mobilità elettrica è una linea guida centrale per il Gruppo BMW e ci affidiamo in modo consistente a questa tecnologia nella nostra strategia di sostenibilità. Anche le unità elettriche sono un argomento attuale per BMW Motorrad, in particolare per l’ambiente urbano. Dal 2013 siamo stati pionieri in questo settore con lo scooter BMW C Evolution. Il BMW Motorrad Definition CE 04 è la logica continuazione della strategia di elettromobilità per le aree urbane e fornisce un’anteprima concreta di come potrebbe essere un veicolo di produzione contemporanea, con cui porteremo la mobilità elettrica a due ruote in aree metropolitane a un nuovo livello, sia tecnicamente che visivamente”, spiega Edgar Heinrich, Head of Design di BMW Motorrad.

Architettura innovativa e design pionieristico

Il design ridefinisce il segmento del Definition CE 04 introducendo un nuovo concetto di estetica urbana. Mentre il BMW Motorrad Concept Link nel 2017 sembrava ancora una visione per un futuro lontano, il BMW Motorrad Definition CE 04 nel 2020 trasferisce il design radicale del Concept Link e lo rende pronto alla realtà produttiva con un design quasi invariato.

“Siamo riusciti a trasferire molti elementi innovativi e dettagli del concetto nella serie. Le realtà tecniche dell’azionamento elettrico – come le batterie piatte nel sottoscocca e la trasmissione compatta – ci permettono di creare un design altamente distintivo che definisce una nuova estetica urbana e che si differenzia chiaramente dallo stile convenzionale. Un design che segue le esigenze di base per una funzionalità semplice, un’estetica chiara e la realtà digitale in cui vivono gli utenti di oggi. La nuova architettura ha portato a una rivoluzione visiva e ha prodotto molti nuovi temi di design. Forse polarizzerà, ma sicuramente si distinguerà,” continua Alexander Buckan, Head of Vehicle Design BMW Motorrad.

Visivamente, il BMW Motorrad Definition CE 04 rompe chiaramente con l’aspetto degli scooter come li conosciamo. Invece, un corpo allungato e basso del veicolo e il frontale che sale in diagonale creano una silhouette tanto moderna quanto chiara. Il design calmo delle generose superfici dai bordi ben definiti si fonde perfettamente con un ambiente urbano moderno. La batteria piatta nel sottoscocca offre nuove libertà, come la nuova soluzione di stoccaggio, che è illuminata e può essere aperta lateralmente. Dà al pilota un facile accesso per la custodia di un casco e di altre attrezzature. Inoltre, la posizione bassa della batteria offre un baricentro favorevole, che garantisce una maneggevolezza giocosa e un divertimento di guida dinamico.

Forme definite e tecnologia moderna interpretate in uno stile senza tempo

Linee definite, superfici generose e design distintivo sottolineano una moderna definizione delle proporzioni. Ciò è ulteriormente esaltato dall’uso di due colori: sotto la moderna finitura superficiale in Mineral White metallizzato, un’area nera opaca costituisce il nucleo del veicolo, il cuore tecnico. Si estende dall’anteriore al posteriore e, oltre agli pneumatici e alle luci anteriori, integrando anche l’unità di azionamento e gli elementi delle sospensioni. La BMW Motorrad Definition CE 04 mette deliberatamente in scena la tecnologia della moto come parte del design. Ecco perché i pannelli laterali non coprono completamente la sezione laterale del veicolo nella parte posteriore. Invece si estendono su parti del lato del veicolo come piccole ali permettendo di vedere l’unità di trasmissione, alette di raffreddamento, forcellone monobraccio, ammortizzatore e cinghia dentata.

Il design delle luci è tanto essenziale quanto moderno. Le due luci anteriori a LED a forma di U sono caratterizzate da un design minimalista. Il loro layout chiaro e i contorni sottili accentuano il fascino visivo moderno e all’avanguardia della sezione anteriore. Le luci posteriori sono state integrate nei pannelli laterali posteriori sotto forma di due elementi luminosi a forma di C.

Design orientato alla pratica ed ergonomia

“Uno scooter non è una “moto da divertimento” che viene presa per un giro in montagna con il bel tempo, ma un pratico veicolo quotidiano da guidare da casa all’ufficio o per incontrare gli amici la sera – semplicemente un veicolo per ogni giorno in città,” dice Alexander Buckan. “Ecco perché abbiamo affrontato intensamente la progettazione del sistema di propulsione e stoccaggio dell’energia per incontrare le esigenze dell’utente reale: il target group urbano percorre principalmente brevi distanze di circa 12 km al giorno. Il comfort a lunga distanza è quindi meno importante della variabile ergonomica e della facile accessibilità. In questo modo siamo riusciti a creare una sella “galleggiante”, che consente di scivolare comodamente sul veicolo anche da dietro. Offre anche una migliore ergonomia per i singoli piloti, indipendentemente dalla lunghezza delle gambe e dall’altezza.”

Connettività senza interruzione

Sia per quanto riguarda il design che l’uso digitale, BMW Motorrad Definition CE 04 si concentra sempre su soluzioni pratiche e facili da usare. BMW Motorrad vede un grande potenziale nell’interazione tra veicoli e abbigliamento tecnico in termini di sicurezza, comfort ed esperienza emotiva. Il pilota tramite il BMW Motorrad Definizione CE 04 è collegato al suo ambiente attraverso il suo smartphone. Il suo display da 10,25 pollici è il più grande nel segmento scooter fino ad oggi e funge da interfaccia tra il mondo digitale e quello analogico del pilota.

Abbigliamento tecnico come parte della comunicazione del veicolo

I progettisti hanno anche aperto nuovi orizzonti in termini di abbigliamento dedicato: “Volevamo deliberatamente creare un look alla moda che fosse urbano ma altamente funzionale piuttosto che un abbigliamento motociclistico classico. Vogliamo sviluppare prodotti con cui puoi scendere dal veicolo e fare il tuo lavoro quotidiano senza problemi. Allo stesso tempo, l’abbigliamento tecnico del pilota offre la protezione a cui siamo abituati da BMW Motorrad e diventa anche parte della comunicazione del veicolo al mondo esterno”, spiega Julia Lein, Head of Rider Equipment Design di BMW Motorrad.

Al centro dell’abbigliamento del pilota sviluppato esclusivamente per il BMW Motorrad Definition CE 04 c’è un parka caldo con taglio casual adatto per l’uso quotidiano. Jeans da moto neri, sneakers eleganti e un casco bianco a viso aperto completano il look. Il parka nei toni bianchi offre un alto grado di comfort grazie al suo ampio taglio ed è distintivo grazie al suo stile urbano. Il colletto alto e il grande cappuccio forniscono uno stile ancora più cool. Dettagli come il posizionamento delle cerniere o la discreta stampa enfatizzano l’aspetto urbano, che ti permette di passare dallo scooter direttamente all’ufficio con stile. Il materiale high-tech dei parka è impermeabile, robusto e traspirante. Le protezioni flessibili incorporate nel parka forniscono la sicurezza che ci si aspetta da BMW Motorrad.

Caratteristiche innovative come gli inserti luminosi integrate nelle maniche e nel cappuccio garantiscono una maggiore visibilità nel traffico stradale e possono essere accese e modificate di colore tramite sensori nella manica. Per garantire che il motociclista sia sempre completamente carico, la tasca interna del parka ha un campo di ricarica induttivo per lo smartphone. L’abbigliamento tecnico è dunque perfettamente integrato nella vita del pilota.

Grafica come caratteristica di stile unica

Il design grafico discreto del BMW Motorrad Definition CE 04 mette in mostra il nuovo concetto in modo ottimale. Tuttavia, qui sono possibili versioni di progettazione completamente diverse. “Grazie alla nuova architettura, abbiamo creato qualcosa di completamente nuovo con questo veicolo – e in futuro vogliamo usare grafica e colori per enfatizzarlo ancora di più. Consideriamo il CE 04 Definition quasi come uno schermo in movimento con cui un cliente può esprimere la sua personalità – dalla moderna elegante alla città.”

BMW Motorrad e-mobility

Seguendo la strategia di sostenibilità del Gruppo BMW, BMW Motorrad aspira anche a perseguire in modo consistente l’elettromobilità. Con il Concept e, BMW Motorrad ha già mostrato nel 2011 ciò che l’elettromobilità potrebbe essere nell’ambiente urbano. Questo è stato seguito dal primo prototipo del BMW C Evolution a Londra, che è stato presentato durante le Olimpiadi estive nel 2012. BMW Motorrad è stato il primo produttore in assoluto nel segmento premium a lanciare il veicolo di serie C Evolution nel 2014, che ha reso il tragitto quotidiano casa-lavoro su due ruote puramente elettrico. Ma quello era solo l’inizio. Per il suo successore, a progettisti e sviluppatori è stata data carta bianca. Il risultato: un’architettura completamente nuova e un design iconico.

Con il BMW Motorrad Concept Link, il marchio ha già mostrato come può essere il futuro della mobilità urbana single-track a zero emissioni. Il BMW Motorrad Definition CE 04 continua ora la strategia di elettromobilità di BMW Motorrad per le aree urbane e fornisce quindi un’anteprima concreta di come potrebbe essere un veicolo in produzione attuale.

Leggi di più

Moto, News Commenti (0) |

Energica 2021: un carico di energia

L’azienda modenese 100% elettrica riversa l’esperienza fatta in MotoE nelle versioni RS, mentre per chi vuole scendere in pista arriva il Kit Corsa Clienti per la Ego+

Fresca di rinnovo del contratto come fornitore unico per la MotoE fino a fine 2022, Energica spinge sul pedale della sportività introducendo le versioni RS (Reparto Sportivo) dedicate ai modelli “+” al top delle prestazioni: Ego+, Eva Ribelle, Eva EsseEsse9+. 

Nata 10 anni fa proprio con una sportivissima elettrica da pista (la eCRP), Energica rinsalda le proprie radici racing con le versioni RS che, grazie a una mappatura specifica di motore e batteria ricevono un sensibile upgrade prestazionale (-2 decimi sullo 0-100 km/h, coperto ora in 2,6 secondi) ed emozionale. Le versioni RS saranno dotate di una grafica dedicata e dello storage kit di serie, come pure di tutto il meglio della produzione Energica: fast charge, display TFT da 4.3’’, Traction Control, Cruise Control, Park Assistant, Catena Regina 525 O-Ring. Eva Ribelle RS ed Eva EsseEsse9+ RS avranno di serie anche la porta USB (optional su Ego+ RS). In opzione il Keyless System.

A fianco dei MY2021 RS restano in gamma i modelli e gli allestimenti MY2021 con power unit da 13,4 kWh o da 21,5 kWh.

Kit Corsa Clienti

Ma non finisce qui, perché per la Ego+, la base tecnica delle Ego Corsa da MotoE, è ora disponibile il nuovo Kit Corsa Clienti. Dedicato a chi vuole viviere le emozioni della MotoE con una moto al massimo delle sue potenzialità, si compone di una serie di upgrade tecnici sviluppati e testati in pista dal Team Energica, come impianto frenante e sospensioni di derivazione racing.

Dellorto e Ride Vision

Ma i piani di Energica non si fermano certo al mondo racing: proseguono infatti due collaborazioni importantissime. La prima è la partnership con Dellorto per lo sviluppo di un powertrain destinato a ciclomotori e motocicli elettrici, già in fase avanzata di test e vicino alla commercializzazione, con l’obiettivo di fare grandi numeri equipaggiando veicoli di grandi costruttori italiani e stranieri.

La seconda è quella con Ride Vision, azienda israeliana all’avanguardia nel settore degli ADAS al lavoro su un sistema di sicurezza che interviene per proteggere il motociclista in situazioni di potenziale pericolo, come un sorpasso azzardato o una frenata improvvisa. Qualcosa che si avvicina, nel mondo delle due ruote, all’autopilot di Tesla, e dello sviluppo del quale è entrata a far parte anche Energica. 

Leggi di più

In evidenza, Moto Commenti (0) |

Max Biaggi vola a 408 km orari sulla moto elettrica: è il pilota più veloce al mondo

Max Biaggi è il pilota più veloce del mondo su una moto elettrica.
Il 4 volte campione del mondo nella classe 250 e grande rivale di Valentino Rossi tra gli Anni Novanta e Duemila, ha toccato i 408 chilometri l’ora in sella a una Voxan “Wattman”.

L’impresa (assieme ad altri 12 record velocistici) è stato compiuta nel campo volo di Chateauroux, in Francia, su una pista di 3,5 chilometri. Voxan è un costruttore di moto elettriche del Principato di Monaco e fa parte del gruppo Venturi. Il motore è lo stesso costruito dalla Mercedes per la Formula E (270 kW, equivalenti a 367 cv).

L’impresa è stata portata a termine fra il 30 ottobre e il 1° novembre. Questi gli altri primati stabiliti da Biaggi:

Quarto di miglio, partenza lanciata, carenatura parziale: 394,45 km/h

Quarto di miglio, partenza lanciata, non carenata: 357,19 km/h

1 km, partenza lanciata, carenatura parziale: 386,35 km/h (precedente 329,31 km/h) Quarto di miglio, partenza da fermo, non carenata: 126,20 km/h

Quarto di miglio, partenza da fermo, carenatura parziale: 127,30 km/h  

1 km, partenza da fermo, non carenata: 185,56 km/h

1 km, partenza da fermo, carenatura parziale: 191,84 km/h  

1 miglio, partenza da fermo, non carenata: 222,82 km/h

1 miglio, partenza da fermo, parzialmente carenata:  225,01 km/h

Velocità massima, oltre 300 kg, non carenata: 349,38 km/h

Velocità massima, oltre 300 kg, parzialmente carenata: 366,94 km/h

L’ultimo è il record più importante, perché il precedente 329,85 km/h di Ryuji Tsuruta in sella alla Mobitec EV-02A.

Leggi di più