Motori Green è tutto ciò che c'è da sapere sul mondo dei motori elettrici.

Eco Wash System, passione e rispetto per l’ambiente

Eco Wash System è un servizio per la cura di auto, moto, caravan, camper e mezzi da lavoro.
Il loro denominatore comune è quello di rispettare l’ambiente, evitando gli sprechi d’acqua e l’utilizzo di detersivi altamente nocivi per l’uomo e per la Terra.

In cosa si differenzia il vostro servizio rispetto ai vostri competitors?
Eco Wash System si prende cura dei mezzi dei clienti in maniera dettagliata, il nostro focus è il risparmio di tempo, diamo la possibilità di evitare code e attese negli autolavaggi, e di ritrovarsi in un ambiente pulito senza minimo sforzo, a noi piace pensare che possano continuare a dedicare il loro tempo in ciò che più appassiona,  interessa o necessita fare, siamo soddisfatti di far si che dopo una giornata di lavoro possano fare il viaggio di ritorno in un ambiente curato e pulito, così come dopo un allenamento, o ancora dopo lo shopping.
Non è il cliente che cerca il tempo da dedicare al mezzo ma mettiamo a disposizione il nostro.

Spreco dell’acqua e attenzione ai prodotti di detersione, come ottimizzate il primo e quali sono i fattori importanti dei vostri prodotti per la tutela dell’ambiente.
L’acqua si sa è un bene prezioso del quale ancora oggi non tutti possono usufruire allo stesso modo, il fatto che in buona parte del paese sia un bene facilmente fruibile fa si che venga sottovalutato l’uso a volte spropositato o inappropriato, viene anche sottovalutato il fatto che la grande quantità viene ridotta dall’inquinamento ambientale che influisce anche sulla potabilità.
Aver trovato un’alternativa all’utilizzo di questo bene prezioso per detergere i veicoli ci rende orgogliosi e rispettosi dell’ambiente in cui viviamo, prendersi cura dell’auto è di uso comune, negli spazzi addetti al classico metodo sono spesso visibili lunghe code di attesa, così come sono presenti molti spazzi addetti al lavaggio self, in entrambe le situazioni l’uso di acqua è spropositato, vorremmo tanto che la gente si rendesse conto che un metodo alternativo esiste, e che questa alternativa è un bene sia per l’ambiente che per noi stessi.
Il nostro metodo ci permette di usare quantità ridotte di prodotti che si potrebbero disperdere nell’aria, non lasciano alcun residuo nell’ambiente, non inquinano, siamo molto attenti alla scelta dei prodotti e alla loro gestione.

Lavaggio a mano, è una procedura che può ridurre gli sprechi ed è vantaggiosa rispetto ai più evoluti car wash totalmente automatizzati?
Assolutamente sì, evitare gli sprechi è appunto il nostro obbiettivo, sprechi di acqua e di tempo, i clienti dovrebbero soffermarsi su queste importanti possibilità.

Il futuro del lavaggio secondo eco wash system.
Il futuro del lavaggio è proprio il nostro metodo, viviamo in un’era smart, dove delivery e a domicilio sono diventati termini di uso comune, che non si limitano solo al food, ma a molto più di quel che avremmo immaginato, prenotare un lavaggio auto a domicilio oggi è possibile, eco wash system per il futuro si augura la sensibilizzazione dei clienti verso il pianeta, e il rispetto per il proprio tempo.

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

La Volkswagen ID.4 è World Car of the Year 2021

La World Car of the Year 2021 è una Volkswagen: il nuovo SUV 100% elettrico ID.4 ha prevalso sulle altre candidate provenienti da tutto il mondo.
I World Car Awards sono assegnati da oltre 90 giornalisti di 24 Paesi, che eleggono le migliori innovazioni sul mercato mondiale dell’auto. 

“Siamo molto felici che la nostra ID.4 sia stata nominata World Car of the Year”, ha dichiarato il CEO della marca Volkswagen Ralf Brandstätter. “Non solo perché questo premio è tra i più importanti al mondo, ma anche perché la giuria ha in questo modo premiato anche una grande idea e una grande squadra. Il primo modello ID. pensato per i mercati di Europa, Cina e Stati Uniti d’America porta la nostra strategia elettrica in tutto il mondo. Un’auto convincente, una grande ambizione e… il premio World Car of the Year? È la ciliegina sulla torta”, ha aggiunto Brandstätter.

Continue Reading

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

Aston Martin, piani di elettrificazione

Entro la fine dell’anno, il famoso brand di automobili inglese, farà il primo passo verso i sistemi ibridi con la famigerata supercar Valhalla che farà da filo conduttore tra l’attuale generazione endotermica e le future varianti ibride e naturalmente elettriche.

Aston Martin Valhalla

Come sappiamo da recenti indiscrezioni, Valhalla entrerà in produzione nel 2023 in seguito ad un accurato studio di progettazione avviato nel 2019. Sebbene l’auto sia in dirittura d’arrivo, resta ancora poco chiaro il sistema di propulsione che verrà adottato in quanto Aston Martin, in più occasioni, ha rivisto i piani di sviluppo.
La due posti a motore centrale potrebbe integrare il V8 biturbo da 4,0 litri elettrificato che a breve farà il suo debutto nella Mercedes-AMG GT73 4Matic 4 porte Coupé; non è chiaro però se gli spazi ridotti di Valhalla consentiranno ad Aston Martin di integrare la medesima unità elettrica da 204 Cv adottata dal brand tedesco. Si prevede una potenza assoluta vicino alla soglia dei 1.000 cavalli, puntando di fatto alla clientela di Ferrari SF90 e McLaren Speedtail.

Continue Reading

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

Audi A6 e-tron concept: molto più di un esercizio stilistico

In occasione del Salone dell’auto di Shanghai 2021, debutta la berlina-coupé Audi A6 e-tron concept: anticipa un’innovativa gamma di vetture a zero emissioni basata sulla piattaforma nativa elettrica PPE (Premium Platform Electric). I primi modelli dotati del pianale PPE verranno presentati entro la fine del 2022: inizialmente apparterranno al segmento E, successivamente anche al segmento D. Tra le novità spiccano sia SUV della generosa luce da terra sia modelli fortemente dinamici dal baricentro ribassato, come la futura Audi A6 e-tron, testimonianza dell’eccezionale versatilità tecnica della piattaforma PPE.

Sintesi di eleganza e sportività, Audi A6 e-tron concept adotta, come accennato, il pianale Premium Platform Electric (PPE), garante di un marcato dinamismo e, al tempo stesso, di una spiccata fruibilità quotidiana. Caratteristiche sottolineate da un lato dall’autonomia sino a oltre 700 chilometri WLTP, dall’altro dallo scatto da 0 a 100 km/h in meno di quattro secondi.

Disegnata in galleria del vento: CX di 0,22 e specchietti laterali virtuali

Audi A6 e-tron è votata all’efficienza aerodinamica. Una caratteristica da sempre condivisa con la famiglia Audi A6, come testimoniato dal coefficiente di resistenza aerodinamica (CX) di 0,30 appannaggio della terza generazione di Audi 100: nel 1982 il riferimento assoluto della categoria.

Audi A6 e-tron concept

Oggi, Audi A6 e-tron concept scrive un nuovo capitolo di questa storia di successo, confermando come il Marchio coniughi forma e funzione. La show car dei quattro anelli può contare su di un CX di 0,22, di riferimento per il segmento E BEV. Una ridotta resistenza aerodinamica significa minori consumi di energia e, conseguentemente, maggiore autonomia.

Continue Reading

Leggi di più

In evidenza, Moto, News Commenti (0) |

Segway Apex H2. La moto ibrida elettrica e a idrogeno

Segway continua spedita sul progetto Apex e fissa già una data, il 2023 e anche il prezzo.

Segway presenta il concept di una moto ibrida a idrogeno ed elettrica, la Apex H2. Una specie di versione 2.0 dello stesso modello presentato nel 2019. Un progetto ambiziosissimo per Segway che sembra però l’azienda di proprietà di Ninebot sembra portare avanti con grande concretezza e convinzione. L’introduzione dell’alimentazione a idrogeno inserisce una variabile in più nel mercato delle emissioni zero.
La possibilità di rimuovere e sostituire le bombole di idrogeno permetterebbe di ridurre i tempi di rifornimento rispetto a una moto elettrica convenzionale. Questo tipo di alimentazione ha però lo svantaggio di doversi appoggiare a una rete di distribuzione ad oggi praticamente inesistente. 

L’Apex H2 ha un design futuristico, accattivante e decisamente al di fuori del giocoso family feeling a cui Segway ci ha abituati. D’altra parte qui entrano in gioco componenti emozionali oltre che tecnologiche e anche l’estetica diventa funzione e veicolo di contenuti. 
 

Secondo Segway, l’Apex H2 produrrà 60 kW (80 CV) di potenza e potrà accelerare da 0-100 km / h in quattro secondi. La velocità massima dovrebbe essere di 150 km / h. Uno degli aspetti più caratteristici è quello che entrambe le ruote sono montate su monopracci e che quindi sembrano fluttuare se si guarda la moto dal lato destro. 

L’Apex H2 per Segway non è un’idea, ma un vero e proprio progetto e afferma che verrà prodotta e anche in tempi piuttosto brevi. Nei piani infatti le prime consegne verranno effettuate nel 2023 e a un prezzo intorno ai 10.700 dollari. Segway è parte del colosso cinese Ninebot e questo rende più credibili anche le previsioni più fantascientifiche. Aspettiamo con curiosità di avere dettagli sull’evolversi del progetto.

Leggi di più

Auto, Green News, In evidenza Commenti (0) |

Audi e-tron GT: al via gli ordini della prima Granturismo elettrica dei quattro anelli

Al via la prevendita in Italia di Audi e-tron GT, prima Granturismo elettrica dei quattro anelli.
La coupé a quattro porte, sviluppata da Audi Sport e dotata della trazione integrale quattro elettrica, è proposta in due versioni: e-tron GT quattro, forte di una potenza massima di 530 CV in modalità Boost, ed RS e-tron GT, in grado di erogare sino a 646 CV e 830 Nm di coppia.
La variante RS è l’Audi più potente mai realizzata e può contare di serie su equipaggiamenti tecnici raffinati quali le sospensioni pneumatiche adattive a tripla camera e il bloccaggio elettronico del differenziale posteriore.

Audi e-tron GT

Prodotta presso il sito carbon neutral Audi Böllinger Höfe, dove nasce anche la supercar Audi R8, Audi e-tron GT è la prima Granturismo elettrica del Brand oltre che l’Audi più potente di sempre. Sviluppata da Audi Sport, la coupé a quattro porte costituisce l’apice dell’evoluzione sostenibile della sportività dei quattro anelli.
Le prestazioni di Audi RS e-tron GT sono da supercar: da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e da 0 a 200 km/h in meno di 12 secondi. Performance rese possibili dalla potenza massima in modalità Boost di 646 CV e dalla coppia di 830 Nm, laddove la versione GT quattro si attesta, rispettivamente, a 530 CV e 640 Nm con uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi.

Entrambe le versioni della Granturismo si avvalgono della nuova generazione quattro: la trazione integrale elettrica, basata sull’azione di due motori elettrici sincroni a magneti permanenti, uno in corrispondenza di ciascun assale, assistiti da una trasmissione a due rapporti.
La trazione quattro elettrica regola permanentemente e in modo completamente variabile la ripartizione della spinta fra gli assali, con rapidità cinque volte superiore a un sistema tradizionale.

Continue Reading

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

LA “NOUVELLE VAGUE” DI RENAULT

In occasione della presentazione del piano strategico Renaulution del Gruppo Renault, Renault ha svelato la sua strategia per i prossimi cinque anni e non solo.
Con Renaulution e la sua “Nouvelle Vague”, la Marca Renault naviga sulle tendenze del mercato per far entrare l’industria automotive nell’era della modernità, diventando una marca sinonimo di tecnologia, servizi ed energia pulita.
Renault manterrà lo status di leader nella transizione energetica, grazie alle sue soluzioni elettrificate e a idrogeno, offrendo così la gamma di prodotti più “verde” d’Europa entro il 2025.
Da un punto di vista tecnologico, Renault potrà contare sulla “Software Republic”, un ecosistema aperto dedicato a software, dati, cibersecurity e microelettronica.
Questa entità fornirà servizi connessi alla gamma Renault.
La creazione di valore deriverà dal miglioramento della ripartizione del mix prodotto a vantaggio del segmento C, dallo sviluppo di tecnologie di punta e dalle nuove prospettive commerciali sul ciclo di vita dei veicoli.

RENAULT VISION – FORMAT CARRE

«Noi di Renault accogliamo con favore tutte le evoluzioni del settore per creare la nostra “Nouvelle Vague”.
Si tratta di far entrare l’industria automotive nell’era della modernità. Diventeremo una marca del settore dell’energia consolidando la nostra posizione di leader dei veicoli elettrici con il progetto Electro Pole ed investendo nell’idrogeno, per proporre il mix più verde che ci sia in Europa entro il 2025.
Diventeremo anche una marca tecnologica, grazie alle attività di innovazione interna e alla ‘Software Republic’, un ecosistema aperto dedicato allo sviluppo di un know-how tutto europeo in settori chiave come quelli dei dati e della cybersecurity.
Questo ci darà un vantaggio competitivo come marca di servizi, con servizi connessi high-tech, dentro e fuori dalle auto. Inoltre, diamo solide radici a questa visione della modernità in Francia.
Perché come Marca, è nelle nostre radici che risiede la nostra anima ed è da lì che attingiamo la nostra forza. La nuova R5 incarna la “Nouvelle Vague”: è strettamente legata alla nostra storia, ma simboleggia il futuro, rendendo i veicoli elettrici popolari ed accessibili a tutti. »

Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault

RENAULT VISION – FORMAT 16-9

Tre settori di competitività

Renault evolverà per diventare:

– una marca tecnologica, con un approccio ecosistemico per far emergere la prossima generazione di OEM e fornitori di mobilità.
Questo ecosistema, chiamato “Software Republic”, consentirà a Renault, ad altri membri fondatori e ai futuri partner, di sviluppare competenze comuni, incrementare il know-how europeo e tutelare la nostra sovranità nelle tecnologie chiave, dal Big Data all’elettronica.
Inoltre, permetterà a Renault di equipaggiare i suoi veicoli con i migliori sistemi di intelligenza artificiale e cybersecurity.

– una marca di servizi, per offrire la migliore connettività e i migliori servizi high-tech integrati nativamente nei veicoli. Nel 2022, Renault svelerà My Link, un nuovo sistema di infotainment basato sulla tecnologia Google Built-in. Renault sarà il primo costruttore automobilistico a proporre i servizi Google su veicoli destinati al grande pubblico.

Diventando sempre più intelligenti, giorno dopo giorno, i nostri veicoli incrementeranno il loro valore con il passare del tempo.
Saranno anche più longevi. Renault si adopererà per rompere il ciclo del consumismo e generare valore fino a fine vita dei veicoli grazie alla Re-Factory di Flins (Francia). Questo stabilimento rimetterà in funzione oltre 100.000 auto usate all’anno e convertirà i veicoli commerciali Diesel in veicoli al 100% elettrici o a biogas.
Renault vanta anche un chiaro vantaggio nelle attività di ricondizionamento e riciclo delle batterie. Controllare questi elementi della catena del valore fornisce il potenziale per aprire nuove prospettive commerciali e creare valore.

Confidential C

– una marca di energia pulita, diventando leader della transizione energetica.
Pur sfidando i leader dei veicoli ibridi grazie alla sua tecnologia rivoluzionaria E-TECH, Renault manterrà la leadership sul mercato dei veicoli elettrici, grazie a nuove famiglie di prodotti basati sulle sue due piattaforme elettriche CMF-EV e CMF-B EV.
La Marca proporrà anche soluzioni a idrogeno pronte per essere vendute sul mercato dei veicoli commerciali. L’obiettivo è quello di proporre il mix di prodotti più verde che ci sia sul mercato europeo.

Nella sua gamma, Renault cercherà, al tempo stesso, di elettrificare ed ottimizzare il mix prodotto.
Riposizionandosi la Marca potrà ritrovare un posto di primo piano nel segmento C, consolidando nel contempo la sua posizione di leader del segmento B. Entro il 2025, saranno lanciati 14 nuovi modelli (di cui sette elettrici e sette nei segmenti C e D).
L’obiettivo è ambizioso: fare in modo che questi segmenti superiori possano rappresentare il 45% delle vendite entro il 2025.

Renault 5 Prototype: la rinascita di un modello cult, più moderno che mai

L’anima di una marca è ancorata alle sue radici.
Senza sprofondare nel passato, deve rimanervi attaccata e trarne ispirazione per ritrovare lo spirito dei tempi gloriosi.
Questo è il ruolo di Renault 5 Prototype: dimostrare che Renault riuscirà a democratizzare i veicoli elettrici in Europa con un approccio moderno dell’auto popolare ed essenziale.
Renault 5 Prototype è un’affascinante city car compatta, che proietta nel futuro una delle icone senza tempo di Renault, con un tocco di modernità al 100% elettrico. Renault 5 Prototype ha mantenuto un’aria divertente e sbarazzina, con una carrozzeria gialla molto “pop”.
Il team design di Gilles Vidal si è ispirato ad un modello emblematico del patrimonio Renault, conosciuto e riconosciuto in tutto il mondo, la R5. Renault 5 Prototype riprende le grandi linee del design originale. L’approccio moderno traspare anche dalla scelta delle finiture e dei materiali che traggono ispirazione dal mondo dell’elettronica, dell’arredamento e dello sport.

« Il design di Renault 5 Prototype si ispira a un modello cult del nostro patrimonio.
Questo modello incarna semplicemente la modernità, un veicolo radicato nel suo tempo: urbano, elettrico, affascinante. »
Gilles Vidal, Direttore del Design Renault

RENAULT VISION – FORMAT 16-9

La R5 è immediatamente riconoscibile, ma grazie al trattamento moderno delle linee e delle superfici con dettagli futuristici (fari, frontale, ecc.), il risultato è un design assolutamente contemporaneo.
Gli elementi stilistici ispirati alla R5 originale, ma modernizzati, celano funzioni moderne: la presa d’aria del cofano nasconde lo sportellino di ricarica, nei fari posteriori sono integrati i deflettori aerodinamici mentre i fendinebbia presenti nei paraurti sono diventati luci diurne.
La griglia laterale, le ruote e il logo posteriore riprendono il “5” originale.
La parte anteriore e il tetto in tessuto rimandano al mondo dell’arredamento per conferire un tocco di fascino “tutto francese” al veicolo, un pizzico di malizia e personalità che gioca sulla nostalgia. All’anteriore e al posteriore, i logo si illuminano per dar vita all’auto. Infine, la bandiera francese presente sui retrovisori esterni sottolinea il “French touch” del veicolo, quando le luci dei poggiatesta e le informazioni visualizzate sul piccolo display trasparente del cruscotto invitano a salire a bordo e mettersi in viaggio.

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

Mustang Mach-E: potenza, stile e libertà.

Irrompe il nuovo SUV elettrico dell’Ovale Blu

Per la prima volta in 55 anni, Ford amplia la famiglia Mustang, portando l’iconica muscle car nell’era dell’elettrificazione con Mustang Mach-E, un nuovo SUV elettrico nato dalla stesso spirito di libertà che ha ispirato la coupé sportiva più venduta al mondo.

Mustang rappresenta da sempre libertà, progresso, prestazioni e anticonformismo. Ora, Mustang è pronta a reinterpretare questi valori per un futuro elettrico, con maggiore attenzione alle crescenti esigenze di spazio dei clienti e aggiornamenti over-the-air che continuano a migliorare l’esperienza di bordo.

Al primo Salone di Detroit, Henry Ford affermò che stava lavorando a qualcosa che ci avrebbe folgorati”, ha raccontato Bill Ford, Executive Chairman Ford Motor Company. “Parlava della Model-T.
Oggi, Ford Motor Company è orgogliosa di svelare un’auto che colpirà di nuovo come allora. Mustang Mach-E elettrica. Veloce.
Divertente. Sinonimo di libertà. Per una nuova generazione di appassionati di Mustang”.

Ford ha dato vita a Mustang Mach-E attraverso un processo di sviluppo concentrato interamente sulle esigenze e sui desideri dei clienti.
Il risultato è un SUV elegante e sinuoso, che abbina driving dynamics a presenza su strada inconfondibili, con tecnologie di connettività di ultima generazione, pensate per rendere Mustang Mach-E sempre aggiornata.

Quando arriverà, alla fine del 2020, Mustang Mach-E sarà disponibile con batterie con diverse potenze abbinate sia alla trazione posteriore sia a quella integrale. Nella versione con trazione posteriore e batteria extended range, l’autonomia arriva fino a 600 km secondo il protocollo WLTP (World Harmonised Light Vehicle Test Procedure) (*).

Ford offrirà anche una versione speciale: la GT che punta a raggiungere un’accelerazione da zero a 100 km/h in meno di 5 secondi (**), con 465 CV e 830 Nm di coppia. (**)

Mustang Mach-E è uno dei più straordinari modelli che Ford abbia mai lanciato”, ha dichiarato Stuart Rowley, President Ford Europe.
Davvero unico e, allo stesso tempo, inconfondibilmente Mustang. Sta arrivando esattamente al momento giusto per i clienti in Europa”.

Le prestazioni danno un nuovo significato alla parola “elettrico”

Mustang Mach-E offre tre modalità di guida uniche: Whisper, Engage e Unbridled, ognuna con driving dynamics specifici e arricchiti da un’esperienza sensoriale distintiva, come l’illuminazione interna e le animazioni nel pannello di controllo.

Leggi di più

In evidenza, Interviste Commenti (0) |

Le due ruote corrono sulla via dell’elettrico

Intervista all’ Ing. Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company.

Abbiamo intervistato Livia Cevolini, CEO di Energica, azienda leader nella produzione di motociclette elettriche made in Italy e del relativo campionato.

Ci fai una panoramica sul mercato delle moto elettriche sul territorio nazionale ed europeo?
«IIl mercato delle moto elettriche in Italia e in Europa è in crescita a doppia cifra anche nel 2020, così come è stato nell’ultimo triennio e le prospettive di crescita sono ancora maggiori nel triennio 2021-2024. Buona parte del successo delle moto elettriche dipende, oltre che dalla presenza sul mercato di prodotti tecnologicamente evoluti come le nostre moto, dalle azioni che i governi centrali e locali hanno intrapreso e intraprenderanno per incentivare l’acquisto di veicoli a due ruote a emissioni zero. Incentivi non solo economici ma anche ‘sociali’, creati per salvaguardare salute e benessere dei cittadini».

C’è un limite dettato dall’infrastruttura delle colonnine elettriche sul territorio nazionale?
«Sicuramente scontiamo un ritardo rispetto ad altri paesi in cui l’infrastruttura di ricarica è già consolidata. C’è un grande interesse in Italia sull’elettrico, cresce la domanda ma occorre in primis un ecosistema che comprenda l’infrastruttura, la cultura, gli incentivi per far partire il mercato. In Italia ci stiamo arrivando».

Da poco avete presentato le ultime novità per il 2021. Come vi siete organizzati per far conoscere la gamma? Test ride sul territorio? Se si dove?
«Abbiamo in programma diverse attività sia on che off line insieme alla nostra rete vendita e ai nostri partner. Abbiamo partecipato a diversi eventi digitali per presentare i nostri prodotti, e certamente verranno organizzati test ride attraverso la rete vendita non appena sarà possibile. Tutto dipenderà molto dalle dinamiche restrittive dovute alla pandemia globale tuttora in corso».

L’impegno in MotoE per il nuovo anno? Quanto vi ha aiutato l’esperienza trascorsa nelle piste per lo sviluppo della nuova gamma?
«Il nostro sviluppo tecnologico ha avuto un incredibile boost con MotoE. Continueremo con grande orgoglio ad essere Costruttori Unici FIM Enel MotoE™ World Cup anche nel 2022: l’estensione del contratto ci conferma come leader tecnologici globali nelle moto elettriche ad alta prestazione per almeno altri due anni, che con i 10 anni già passati ci garantisce un vantaggio competitivo incolmabile. Il campionato inoltre ha dimostrato di essere una piattaforma utilissima per i progressi tecnologici e la visibilità di Energica sui mercati internazionali. Proprio grazie a MotoE abbiamo avuto e abbiamo tuttora un banco prova unico per testare nuove tecnologie.

Grazie a MotoE abbiamo implementato fin dall’anno scorso importanti features sulle nostre moto. Infatti con il 60% di autonomia in più, coppia incrementata del 10% e il 5% di peso in meno, la gamma Energica 2020 si è posta sul mercato come un prodotto unico in termini di innovazione e performance. E con le nuovi versioni RS per la stagione 2021 abbiamo aggiunto un’ulteriore accelerazione di 2 decimi nello 0-100km/h».

Oltre all’indiscutibile vantaggio per l’ambiente dei motori green, ma l’emozione di guidare una moto elettrica è la stessa?
«Gli appassionati si convincono con le prestazioni e il divertimento di guida e tutto questo nell’elettrico c’è eccome. Il nostro pubblico è appassionato di moto ma anche di tecnologia: in particolare i nostri clienti non si accontentano di una bellissima moto ad elevate prestazioni, ma vogliono qualcosa di più, una moto per divertirsi, facile da guidare senza cambio e frizione, tecnologica e silenziosa, il che permette di apprezzare altri suoni come il vento o lo sfregamento del ginocchio a terra in curva. Un’esperienza completa, attuale e quindi emozionante.

Quindi la nuova frontiera delle due ruote!»

Leggi di più

Auto, In evidenza Commenti (0) |

Audi alla Dakar 2022 con l’elettrico

“Un impegno poliedrico nel Motorsport è e rimarrà parte integrante della strategia Audi”, afferma Markus Duesmann, CEO e Responsabile dello Sviluppo Tecnico di AUDI AG. “Vogliamo continuare a dare prova del motto del Brand ‘Vorsprung durch Technik’ – All’avanguardia della tecnica – nelle competizioni internazionali di alto livello e al tempo stesso sviluppare tecnologie innovative da destinare alle vetture stradali. Il rally raid più duro al mondo è il palcoscenico ideale per raggiungere questi obiettivi”. 

Forte di un palmarès eccezionale, maturato in molteplici categorie, Audi torna ai rally. Una realtà che ha contraddistinto gli albori dell’attività sportiva del Marchio. Nel 1981, Audi quattro ha rivoluzionato il mondo dei rally. Oggi la trazione integrale è una tecnologia condivisa sia dalle vetture da competizione sia dalle vetture di serie, sportive ed elettriche dei quattro anelli.

Schierando una concept elettrica alla Dakar, Audi si prepara a sottoporre la tecnologia a elettroni alle condizioni d’utilizzo più severe. L’energia necessaria ad alimentare il powertrain verrà fornita dalla batteria ad alto voltaggio, ricaricabile durante la marcia tramite un range extender. Funzione, quest’ultima, che verrà affidata a un performante ed efficiente motore TFSI. Audi mira a rendere ancora più efficiente la mobilità sostenibile con soluzioni che, andando a incidere positivamente sulle prestazioni tanto del sistema propulsivo quanto degli accumulatori, possano essere in futuro adottate dalla produzione di serie.

Audi è il primo costruttore al mondo a partecipare alla Dakar con un powertrain alternativo: ancora una volta, la Casa dei quattro anelli è pioniere nello sviluppo d’inedite soluzioni tecniche e di mobilità. Nel 2012, Audi R18 e-tron quattro è stata la prima vettura ibrida al mondo a conquistare la 24 Ore di Le Mans, ribadendo il proprio primato nei due anni successivi e conquistando due titoli piloti e costruttori nel FIA World Endurance Championship (WEC).

Dal 2014, Audi compete con successo in Formula E.
Inizialmente a fianco del team ABT Sportsline e dal 2017 in veste ufficiale. Dopo sei anni d’attività, il team Audi Sport ABT Schaeffler è la squadra di maggior successo in Formula E con all’attivo 43 podi, tra cui dodici vittorie. Tra gli highlights, la vittoria del titolo piloti nel 2017 e del titolo costruttori nel 2018.

“La Formula E ha accompagnato la trasformazione di Audi”, afferma Markus Duesmann. “Oggi la mobilità elettrica a quattro anelli non è più un orizzonte proiettato nel futuro, bensì rappresenta il presente”. All’introduzione sul mercato di un’intera gamma a zero emissioni, capostipite della quale è il SUV Audi e-tron, la Casa dei quattro anelli farà seguire il debutto, nel 2021, di Audi RS e-tron GT, prima vettura a elettroni Audi Sport. Nel 2025, il 40% delle vendite Audi saranno appannaggio dei modelli elettrici o ibridi plug-in. “Affronteremo la Dakar quale prossimo passo nel Motorsport elettrificato perché le condizioni estreme che incontreremo costituiranno un perfetto laboratorio per sviluppare soluzioni tecniche innovative”.

Il Rally Dakar sostituirà la partecipazione Audi in Formula E che, dopo la stagione 2021, non avverrà più in veste ufficiale. Il nuovo powertrain elettrico Audi, denominato MGU05, sarà messo a disposizione dei team privati anche per il prossimo anno.

“I Clienti racing costituiscono il secondo pilastro del programma sportivo Audi. Audi Sport continuerà a destinare loro un ampio portfolio di modelli e un continuo supporto tecnico. Alle principali competizioni endurance, come la 24 Ore del Nürburgring, verrà dedicato il più recente step evolutivo di Audi R8 LMS. In aggiunta, stiamo valutando nuovi scenari del panorama motoristico internazionale”, afferma Julius Seebach, amministratore delegato di Audi Sport GmbH. “Vogliamo coniugare le aspettative dei Clienti e la strategia di elettrificazione del Brand. Per questo, ci stiamo preparando per competere nella nuova categoria LMDh (Le Mans Daytona h), destinata a divenire la classe regina del Mondiale Endurance, e a calcare i palcoscenici della 24 Ore di Daytona e della 24 Ore di Le Mans”.

Dal 1 dicembre 2020, Julius Seebach assumerà la responsabilità delle attività sportive internazionali del Brand, in aggiunta alla funzione di amministratore delegato di Audi Sport GmbH. Dieter Gass, che ha ricoperto posizioni dirigenziali in Audi Sport per quasi dieci anni ed è stato artefice dei successi Audi nel Motorsport dal 2017 al 2020, si dedicherà a nuove mansioni dopo la positiva conclusione dell’impegno Audi nel DTM.

Leggi di più