Motori Green è tutto ciò che c'è da sapere sul mondo dei motori elettrici.

Da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi, un’efficienza complessiva superiore al 95% – che nel caso del powertrain raggiunge il 97% – e una messa a punto certosina: Audi e-tron FE07 è la monoposto dei quattro anelli con la quale Lucas di Grassi e René Rast lotteranno per il titolo nella massima serie dell’automobilismo sportivo a zero emissioni.
Alla nuova unità propulsiva MGU05, sviluppata integralmente da Audi Sport, si affianca un look inedito. Audi e-tron FE07 debutterà in pista in occasione dei test pre-campionato di Valencia.

La nuova stagione di Formula E, che avrà inizio in Cile a metà gennaio, vedrà la serie elettrica evolvere in Campionato del Mondo FIA. Una prima assoluta.
Per Audi, l’impegno in una competizione sportiva ai massimi livelli non è mai fine a sé stesso.
Nel caso della Formula E, la partecipazione al circus s’inserisce nel processo di trasformazione della Casa dei quattro anelli in fornitore di servizi per la mobilità sostenibile e digitale.
“Il Motorsport è sempre stato al centro della strategia Audi per lo sviluppo di tecnologie avanguardistiche. Non a caso, è proprio in questo ambito che nasce il motto Audi ‘Vorsprung durch Technik’, traducibile con ‘All’avanguardia della tecnica’ e identificativo della produzione della Casa dei quattro anelli”, afferma il team principal Allan McNish.

Per Audi, la settima stagione in Formula E è caratterizzata da un debutto della massima importanza. “Audi e-tron FE07 è dotata di un powertrain elettrico completamente nuovo, per la prima volta sviluppato internamente all’Azienda”, spiega Stefan Aicher, Responsabile Sviluppo Motori Elettrici di Audi Sport.
Nelle stagioni precedenti è stata utilizzata una versione, evoluta e ottimizzata anno per anno, della catena cinematica realizzata insieme al partner tecnologico Schaeffler.

Il trasferimento all’interno di Audi Sport di tutte le fasi di progettazione ha consentito di realizzare una MGU (Motor Generator Unit) inedita, partendo da un foglio bianco. “Abbiamo avuto la possibilità, tutt’altro che comune, di spingerci al limite in tutti gli ambiti: dall’ideazione del concept alla produzione dei primi prototipi, dall’affinamento al banco allo shakedown in pista”, afferma Aicher.

Il risultato di questa certosina attività è un nuovo “cuore”, denominato Audi MGU05, caratterizzato da un motore elettrico con trasmissione monomarcia e struttura a rotore interno e magneti esterni, assistito da un sistema di raffreddamento ad alta portata e forte di ben sei fasi per l’ottimizzazione dell’erogazione di coppia.
Grazie al raffinato mix di materiali e alla perfetta integrazione del powertrain nella struttura della monoposto, gli ingegneri guidati da Stefan Aicher hanno ottenuto un significativo alleggerimento rispetto all’unità propulsiva precedente.

“I chilogrammi ‘risparmiati’ in fase di progettazione hanno consentito di orientare lo sviluppo della MGU alla massima efficienza e affidabilità. Nonostante ciò, il nuovo powertrain è caratterizzato da un peso inferiore a 35 kg”.

L’efficienza è il fattore cruciale per avere successo in Formula E. “Ecco perché facciamo di tutto per ridurre al minimo le dissipazioni d’energia all’interno del sistema”, afferma Tristan Summerscale, Project Manager Formula E di Audi Sport.
È fondamentale, a tal proposito, lo sviluppo intensivo al banco prova. Mediante cicli di carico particolarmente severi, la catena cinematica viene portata al limite, così da abbinare affidabilità e performance.
Un lavoro d’alto livello che ha portato a un primo successo: “Abbiamo ottenuto un’efficienza complessiva della vettura superiore al 95%.
La nuova MGU raggiunge addirittura picchi del 97% nelle condizioni di marcia più rilevanti”.

Non meno decisiva la compattezza del sistema. “Se confrontiamo l’MGU con un motore a combustione di potenza simile, da circa 340 CV, il nostro powertrain non solo garantisce un’efficienza doppia, ma con un peso inferiore a 35 chilogrammi risulta anche incomparabilmente più leggero”, afferma Tristan Summerscale.

Audi e-tron FE07 – affidata ai piloti Lucas di Grassi e René Rast – si presenta in un look rivisitato: ai componenti verniciati in giallo sole e al verde caratteristico del partner Schaeffler si accompagna la tinta bianca estesa all’intero frontale. “Salgono” a bordo della monoposto due nuovi partner: Castrol, specialista in lubrificanti, e la maison Casamoda.

Il debutto in pista di Audi e-tron FE07 avverrà sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, dove da sabato 28 novembre i dodici team in lizza saranno impegnati negli unici test collettivi pre-stagionali, al termine dei quali le vetture partiranno verso il Sud America, dove avrà inizio il Campionato.

Inserisci un commento